ePrivacy and GPDR Cookie Consent by Cookie Consent

Malattia perimplantare

Qual è la causa delle malattie perimplantari?

Qual è la causa delle malattie perimplantari?

Gli impianti dentali sono impianti di fissaggio di titanio che si utilizzano per sostituire i denti assenti, e hanno la particolarità di unirsi all’osso mediante un processo chiamato osteointegrazione, l’unione diretta tra impianto e osso, a differenza dei denti che si uniscono all’osso mediante il legamento paradontale.

Le malattie perimplantari si dividono in mucosite perimplantare e perimplantite.

La mucosite perimplantare è una malattia multifattoriale causata dall’accumulo del biofilm, in cui si produce un’infiammazione della mucosa perimplantare senza che ci sia distruzione dei tessuti di supporto dell’impianto. Così come nella gengivite, i principali sintomi sono l’infiammazione, l’arrossamento e il sanguinamento. Circa l’80% delle persone che portano impianti dentali possono soffrire di mucosite perimplantare.

Allo stesso modo, la perimplantite è una malattia multifattoriale ed è causata dall’accumulo del biofilm, accompagnata da un’infiammazione della mucosa perimplantare oltre alla distruzione dei tessuti di supporto dell’impianto, e che può far sì che l’impianto perda la sua tenuta e può arrivare a perdersi. Questa malattia può colpire circa il 30% delle persone che portano impianti.

Come succede con le malattie paradontali, le malattie perimplantari hanno origine nel biofilm che si accumula soprattutto nella zona interdentale e nel solco perimplantare a causa di una scarsa igiene orale. Il biofilm si incorpora nella mucosa perimplantare, provocando una reazione infiammatoria nella zona (mucosite perimplantare). Con il tempo, il biofilm matura e può dar vita a specie più patologiche, capaci di distruggere i tessuti di supporto degli impianti. In questo caso, a differenza delle malattie paradontali, non esiste legamento paradontale, per cui la progressione della malattia è facilitata.

Qual è la causa delle malattie perimplantari?